Sullo sfondo del “Festival Jazz sotto le Stelle di Pietrelcina”, la fondazione Ampioraggio ha dato il via alla II edizione di “JazzInn – Interferenze Territoriali tra Jazz e Innovazione”, un evento dove si incontrano tecnologia, finanza, cultura, imprenditorialità. Un incubatore di idee per valorizzare nel segno dell’innovazione le imprese, cooperative, associazioni e StartUp. A cominciare dal Sud. Si tratta di un esperimento di matching imprenditoriale in grado di fare sintesi tra piccole realtà, come i comuni del Sannio, del Cilento e dell’Irpinia, con big player come Tim, realtà istituzionali come Anci, Ancitel e Invitalia, quattro territoriali di Confindustria (Benevento, Napoli, Bari e Basilicata) e Assoknowledge, l’Associazione italiana dell’Education e del Knowledge di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, piattaforme come “Destination Italia” (joint venture tra Banca Intesa e Last Minute per la promozione degli itinerari minori), la Fondazione Banco di Napoli e Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana. Grazie alla collaborazione con l’Ambasciata della Svezia in Italia, le migliori startup saranno selezionate per il Techfest di Stoccolma, tra i più importanti appuntamenti dello scenario europeo dell’innovazione emergente.

Begear ha contribuito come sponsor e, tra i partecipanti il nostro amministratore delegato Antonello Spinetti- “Tra startupper, imprenditori, rappresentanti del mondo istituzionale e iscritti, eravamo più di 300, un esperimento di “innovazione lenta” davvero ben riuscito. Sono molte le collaborazioni che potrebbero nascere, molti gli investimenti futuri che BeGear vuole fare”.– sottolinea il CEO.

JazzInn sì è aperto lunedì 30 luglio con incontri, seminari su: “Smart spending”, come ridurre i costi nella PA attraverso l’introduzione di innovazioni digitali e organizzative in grado di sostituirsi alle soluzioni attuali; “Turismo nelle aree minori”; “Mobilità sostenibile e ambiente”, con attenzione alle innovazioni nel campo della gestione dei rifiuti, della qualità delle acque e della mobilità territoriale; Neet&Needs: formazione e recupero dei giovani attraverso programmi di formazione; Blockchain nella P.A: come utilizzare le tecnologie legate alle blockchain per garantire processi relazionali in grado di certificare le attività amministrative e generare fiducia tra cittadino ed ente.

Martedì 31 luglio dedicato esclusivamente all’ “Open Innovation per lo sviluppo delle imprese” con cinque territoriali di Confindustria: Benevento con il presidente Filippo Liverini e il responsabile di Piccola Industria Pasquale Lampugnale, Firenze con il presidente della sezione nord Claudio Tasselli, e Napoli, Bari e la Basilicata con Gaetano Cafiero, Maria Rosaria Scherillo e Crescenzo Coppola, rispetti responsabili dei Gruppi Servizi Innovativi, per avviare un programma di collaborazione sullo sviluppo innovativo del Sud. È stata presentata “Destination Italia”, piattaforma nata dalla Joint Venture tra Intesa San Paolo e Last Minute e rivolta agli itinerari turistici con lo scopo di valorizzare l’offerta turistica mediante partnership con operatori turistici, pro loco, associazioni culturali e amministrazioni.

Mercoledì 1 agosto un incontro alternativo: un tour esperienziale alla scoperta del territorio beneventano con un lunch break in un azienda vinicola. “Il modello di Slow Dating Innovation coniugato al Jazz rappresentano una modalità totalmente diversa e “autosostenibile”. JazzInn intende promuovere innovazione e cultura sul territorio senza gravare su fondi pubblici”- dichiara Giuseppe De Nicola, l’organizzatore dell’evento.”

JazzInn dal carattere informale e sostanziale, da importanza alla relazione, al centro ci sono le persone che con creatività e impegno contribuiscono – attraverso le proprie analisi, idee e proposte da condividere con gli altri “stakeholder” – allo sviluppo dell’innovazione.

Alla domanda: “BeGear parteciperà l’anno prossimo? “Sì, certo! Ci saremo e la prossima volta porteremo i rinforzi”

Show Buttons
Hide Buttons