Ci siamo. Il regolamento generale sulla protezione dei dati è cambiato.

Oggi 25 maggio 2108 è entrata in vigore, in tutta l’Unione Europea, la GDPR,  il nuovo regolamento sulla protezione dei dati.

Le nuove leggi  forniscono ai consumatori un maggiore controllo sui loro dati personali: dal diritto all’oblio, tutela dei minori, autorizzazione al trattamento dei propri dati, revoca del consenso, multe. Queste alcune delle “novità” introdotte per rafforzate il regolamento UE sulla protezione dei dati personali (GDPR).

Vediamo insieme alcune delle modifiche introdotte:

  • Diritto all’oblio: avrai il diritto di richiedere la cancellazione dei tuoi dati personali, nel caso in cui ritieni che siano stai utilizzati illecitamente. Questa norma è valida anche per i motori di ricerca.
  • Consenso: quando ti chiederanno di compilare un format per la richiesta di informazioni o per l’invio del tuo cv, fai attenzione! La richiesta di utilizzo dei dati personali deve essere scritta in modo chiaro. In più, accertati che tra le varie informazioni ci sia il contatto del responsabile della protezioni dati.
  • Revoca: hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento contattando direttamente il responsabile del trattamento dati.
  • Limiti per i minori di 17 anni: Se hai tra i 13-16 anni o conosci minori che vogliono utilizzare servizi online ricordati che c’è bisogno dell’autorizzazione dei genitori fino ai 16 anni (in alcuni Paesi il limite è di 13 anni).
  • Denunce: nel caso in cui ritieni che i tuoi diritti siano stati violati, potrai presentare una denuncia all’autorità nazionale che dovrà indagare e rispondere entro tre mesi.
  • Multe: le aziende responsabili di violazioni del regolamento potranno essere multate fino a un ammontare pari al 4% del loro fatturato.

 

Cosa si intende per GDPR?

Il nuovo Regolamento europeo sulla privacy (2016/679) e sul trattamento dei dati personali sostituisce il Codice Privacy adottato due anni fa. Si chiama «GDPR», cioè General data protection regulation, e con questo regolamento l’Unione europea ha voluto riorganizzare la gestione dei dati personali degli utenti nei Paesi membri uniformando le leggi europee per tutelare il diritto delle persone ad avere il pieno controllo delle informazioni che le riguardano.

Mentre noi aziende abbiamo l’obbligo di comunicarti nel modo più semplice possibile la finalità e la modalità in cui raccogliamo i tuoi dati.

Noi di Begear stiamo lavorando per aggiornare le nostre policy sulla privacy ed essere in linea con il GDPR. Ci impegniamo a rispettare il diritto alla privacy e ad essere chiari e trasparenti su come e perché archiviamo i tuoi dati.

Show Buttons
Hide Buttons